COMMITTENZA - un po' di numeri

Chi decide di abitare in una casa ad alta efficienza energetica oltre ad avere notevoli vantaggi personali legati a bassi costi di gestione, all'elevato comfort abitativo e ad un valore del proprio immobile pressochè costante nel tempo agisce in un'ottica più ampia.

Chi non consuma energia, infatti, opta per uno sviluppo sostenibile che consente di "soddisfare le proprie esigenze senza compromettere la possibilità delle future generazioni di sopperire alle proprie".

Di seguito si riportano alcuni dati che aiutano a comprendere meglio la situazione odierna dal punto di vista energetico e climatico a livello internazionale.

  • L'80% circa del consumo energetico viene soddisfatto con l'utilizzo di energia di origine fossile. Ogni giorno si consumano:
    • 10.000.000 di tonnellate di petrolio
    • 12.500.000 tonnellate di carbone
    • 7.500.000.000 di metri cubi di gas naturale

Oggi sappiamo anche che le riserve stanno esaurendosi.

  • Negli ultimi cinquant'anni il costo dell'energia è aumentato del 6000%
  • Negli ultimi cinquant'anni gli stipendi sono aumentati del 200%
  • Tra il 1970 ed il 2004 le emissioni di gas serra sono aumentate del 70%, solamente tra il 1990 ed il 2004 l'aumento è del 24%.
  • Una casa tradizionale emette 50/70 kg/m2 di CO2, una casa contemporanea 34/42 kg/m2, una CasaClima B 14 kg/m2, una CasaClima A 8,5 kg/m2.
  • Secondo il rapporto IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change) la terra si è riscaldata in media di 0,74 °C nell'ultimo secolo.
  • Gli esperti climatologi mettono in guardia: non bisogna aumentare la temperatura media terrestre di oltre 2 °C.
  • Nella UE il 40% dei consumi energetici di gasolio, gas e corrente elettrica sono dovuti al riscaldamento degli edifici, alla produzione di acqua calda e all'utilizzo di dispositivi elettrici.