ATTIVITÀ - CERTIFICAZIONI

Attestato di Certificazione Energetica A.C.E.

Il 16 dicembre 2002 il Parlamento Europeo emanò una Direttiva sul "Rendimento energetico nell'edilizia" imponendo agli Stati membri dell'Unione di "elaborare, attuare e comunicare" programmi e normative in questo senso.

L'Italia con il Decreto  Legislativo 192/2005 e successivo Decreto Legislativo 311/06 ha stabilito diversi obblighi tra cui:

  • nel 2009 ha sancito la dotazione dell'Attestato di Certificazione Energetica (A.C.E.) per tutte le operazioni di compravendita e locazione di immobili;
  • nel 2012 anche tutti gli annunci commerciali di vendita devono riportare l'indice di certificazione energetica dell'edificio;
  • L'A.C.E. va richiesto dal proprietario o detentore dell'immobile ad un tecnico abilitato. In caso l'immobile abbia costi energetici molto alti (classe G) ed una superficie utile inferiore a 1000 mq può essere compilata un'autodichiarazione che sostituisce l'A.C.E.

Un Certificato corretto deve essere corredato da suggerimenti in merito agli interventi più significativi ed economicamente convenienti per il miglioramento delle prestazioni

L' A.C.E. quando richiesto è, inoltre, necessario per:

  • sgravi fiscali ed incentivi;
  • attività previste dal "Piano Casa".

Il D.Lgs 192/05 introdusse, inoltre, una "Clausola di cedevolezza" che impone alle Regioni di provvedere ad adottare proprie norme per la Certificazione energetica.

Ad oggi in Italia le Regioni che adottano Protocolli interni sono:

  • Emilia Romagna - D.A.L. del 04/03/2008
  • Friuli Venezia Giulia - Protocollo VEA
  • Liguria - Reg. Reg. n. 6 del 08/11/2007
  • Lombardia - Protocollo Cened
  • Piemonte - Protocollo Sicee
  • Trentino Alto Adige - Protocollo CasaClima
  • Valle d'Aosta - Protocollo BeauClimat

La Regione Veneto che non ha ancora provveduto ad adottare proprie norme applica quanto previsto dalle Linee Guida Nazionali definite dal D.M. del 26/06/2009 per il calcolo delle prestazioni energetiche.

La Certificazione energetica degli edifici è un obbligo e il professionista che firma si assume le responsabilità di ciò che dichiara per i prossimi 10 anni.

L'A.C.E. è uno strumento importantissimo e molto attendibile se redatto con esattezza oltre ad essere un documento riconosciuto per legge e impugnabile in sedi legali.

Nel settore delle costruzioni ci saranno sempre più ristrutturazioni indirizzate al contenimento della spesa energetica: l'A.C.E. oltre a poter indirizzare i consumatori a scegliere la propria casa in base ai consumi e non solo in base alle finiture diventerà fondamentale per i progettisti che potranno verificare se le scelte costruttive prese sono in grado di raggiungere i risultati prefissati.